1. Home
  2. Blog
  3. Come ottimizzare i siti web per farsi trovare

Come ottimizzare i siti web per farsi trovare

di idealit.com
search engine optimization
3/5
votato da 2 persone

Le attività SEO sono il primo, indispensabile passo per avere elevata e costante visibilità in rete. Non dedicare loro la giusta attenzione incide in modo drastico sul successo di un sito web.

Cosa significa SEO e in cosa consiste?

Hai spesso sentito parlare di SEO, ma non sai di cosa si tratta? L’acronimo SEO (search engine optimization) indica tutte le operazioni volte ad ottimizzare un sito web per aumentarne la visibilità tramite i motori di ricerca. Non si tratta di una singola attività, ma di un insieme di procedure finalizzate ad migliorare il posizionamento di un sito nei risultati dei motori di ricerca più diffusi, come ad esempio Google. Le attività SEO sono sostanzialmente raggruppabili in tre settori: l’ottimizzazione tecnica del sito, che permette ai motori di indicizzare correttamente le pagine, la produzione di contenuti appositamente strutturati per gli intenti di ricerca e, per ultima, la promozione dei contenuti stessi. Un’ottimizzazione SEO accurata ed approfondita aumenterà infatti il volume di utenti che accederanno alle vostre pagine e, con esso, anche l’autorevolezza e la reputazione del vostro sito web.

Come farsi trovare da Google?

Per avviare un’ottimizzazione SEO realmente efficace è fondamentale comprendere il funzionamento del motore di ricerca più diffuso, ovvero Google. Attraverso software chiamati crawler il motore opera una scansione costante della rete alla ricerca di nuovi contenuti. Questi ultimi vengono indicizzati, ovvero archiviati su potenti server in modo da essere disponibili all’istante in caso di ricerca. L’algoritmo del motore, infine, si serve dei fattori di posizionamento per rilevare i contenuti che meglio corrispondono alle ricerche degli utenti.

Come trovare le parole chiave adatte al tuo sito?

L’operazione può apparire semplice. Produco un determinato prodotto, quindi il suo nome sarà automaticamente la parola chiave da usare. In realtà non funziona così. Per creare un elenco di parole chiave realmente efficaci è necessario procedere attraverso quattro importantissimi step, riassumibili in altrettante semplici domande: chi sono i miei competitor? A cosa sono interessati i miei utenti? Che linguaggio usano? Quali problemi vogliono risolvere attraverso la ricerca sul web? Compiere questi step ci fornisce un doppio vantaggio: da un lato ci fornisce un primo elenco di parole chiave immediatamente spendibili, dall’altro, attraverso i siti concorrenti, abbiamo ulteriori spunti per cercarne altre.

Quali sono i parametri da considerare nelle ricerca delle parole chiave corrette?

I parametri veramente importanti sono tre: volume di ricerca, rilevanza e concorrenza sono i principali da tenere d’occhio. Il volume di ricerca indica il numero di ricerche legate a quella specifica parola, la rilevanza invece è legata direttamente al contenuto del sito. Parole con elevata rilevanza infatti possono essere totalmente estranee al sito che volete ottimizzare. Il tasso di  concorrenza, infine, indica parole chiave con elevato volume di ricerca e, proprio per questo, soggette ad elevata concorrenza. Ciò significa che, scegliendole, pur essendo ricercatissime, potrebbero non portare i risultati sperati. Come procedere quindi? Sicuramente dotarsi di uno o più software tool di analisi delle parole chiave è molto utile. Il più diffuso (e gratuito) è Keyword Planner, lo strumento di pianificazione delle parole chiave di Google Ads. Un altro consiglio è quello di trovare parole chiave con volume di ricerca più basso, ma più precise, in grado quindi di garantire nel lungo periodo un numero di conversioni più elevato.

Come strutturare al meglio il tuo sito web in ottica SEO?

Un sito strutturato per essere trovato in modo efficace dai motori di ricerca è un sito di successo. Spesso infatti si bada più all’estetica delle pagine che ai contenuti e al telaio che le sorregge. Il risultato sono pagine web belle, ma totalmente invisibili alle ricerche, e quindi inutili. Per facilitare il lavoro ai crawler dei motori posiziona le pagine più strategiche del tuo sito a pochi clic di distanza dalla homepage. Allo stesso modo, analizza quali sono le pagine più rilevanti e inseriscile nella parte alta dell’albero di navigazione del sito: in questo modo riceveranno più collegamenti interni e saranno maggiormente visibili. Ricordati infine di effettuare un’ottimizzazione dei link interni, ovvero i link che rimandano ad altre pagine del sito. Questa operazione facilita l’indicizzazione da parte degli algoritmi e garantisce una navigazione agile e semplice, sempre molto apprezzata dagli utenti.

Come scalare rapidamente le classifiche dei motori di ricerca?

Vuoi farti trovare spesso e subito dai tuoi utenti attraverso i motoridi ricerca? Come hai avuto occasione di capire leggendo questo articolo, per raggiungere questo importante obiettivo è essenziale affidarsi a professionisti del settore. Ideal vanta una lunga esperienza nel campo della comunicazione web ed è pronta ad ascoltare le tue richieste. Contattaci subito per una consulenza gratuita!