1. Home
  2. Blog
  3. Coronavirus: 5 insegnamenti per la prossima crisi!

Coronavirus: 5 insegnamenti per la prossima crisi!

di idealit.com
corona virus
4.7/5
votato da 40 persone

Un lezione importante per imprenditori, brand, aziende e professionisti! Nessuno è immune e la fiducia è la valuta più importante...

"La situazione continua ad essere molto difficile“, lo affermano tutti i capi di stato (escluso uno… che ora ci sta ripensando). In effetti il Coronavirus ha colpito tutti gli aspetti della nostra vita quotidiana. Suscita paure e preoccupazioni, sentimenti che ci stiamo portando a presso e pesano come delle grosse pietre nel nostro zaino mentre risaliamo faticosamente la prossima collina della nostra vita. Ma molto più importante è cosa ci può insegnare questo momento senza precedenti: un lezione importante per imprenditori, brand, aziende e professionisti …

Questi sono i miei 5 apprendimenti:

  1. Nessuno è immune contro la crisi
  2. Le persone hanno bisogno di potersi appoggiare
  3. La fiducia è la valuta più importante
  4. Chi non esiste online, non esiste
  5. Smart working, una variabile costante

La fiducia è la valuta più importante: coloro che ti sostengono in tempi di crisi lo faranno ancora di più dopo.

1° Nessuno è immune contro la crisi. Abbiamo bisogno di più umiltà e lungimiranza

Non importa se è il simpatico parrucchiere della porta accanto o il conglomerato industriale quotato in borsa - Corona colpisce tutti. Nemmeno il calcio si é salvato da questa crisi. Non c'è mai stato qualcosa di simile prima. Questo ci dimostra che nessuno di noi si può proteggere da ogni rischio nel mondo. Le banche possono eseguire stress test, le aziende possono fare piani di emergenza, ma alla fine ci sarà sempre un rischio che può colpire ognuno di noi.

L'insegnamento: non si tratta di camminare per il mondo con paura, ma di prendere coscienza di questa vulnerabilità. Solo chi lo capirà sarà in grado di prendere le precauzioni nei momenti favorevoli che possono aiutare l’azienda in un momento di crisi. Cosa serve: umiltà e lungimiranza. Nessuna fase di crescita e boom continuerà per sempre. Nessuna crisi dura per sempre.

2° Le persone hanno bisogno di potersi appoggiare. I brand forti possono dare questa certezza

Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. Questa osservazione è proprio vera: ogni volta che sorge l'incertezza, è necessario che qualcuno infonda sicurezza. In tempi di Corona dovrebbero assumersi questo ruolo i nostri leader politici. Ma anche i brand possono assumersi questo ruolo. Mostrando empatia, forza d’animo e carattere, offrendo identificazione con le loro azioni e ricordando i valori, pilastri fondamentali della nostra società. In tempo di crisi le persone, ma anche i brand, devono sviluppare un nuovo senso di solidarietà e compassione.

3° La fiducia è la valuta più importante

La lealtà non si vende! Ma la lealtà fa vendere. Nei periodi normali un cliente affezionato aiuta a generare vendite continue e in tempo di crisi sono loro che con la loro lealtà possono far sopravvivere il tuo business. Non dimenticare: chi ti sta accanto nei momenti di crisi lo farà ancora di più dopo.

4° Chi non esiste online, non esiste

L'unica cosa che in questo momento di crisi non si è fermata è la vendita online! Per alcuni business questo ha permesso la loro sopravvivenza. Corona insegna che coloro che non sono visibili su Internet non saranno in grado di sopravvivere a lungo. I grandi vincitori si chiamano Amazon e Co., ma si scopre anche che le persone sono pronte per le alternative del tutto locali presenti in rete. Quindi, se non sei ancora ben posizionato online con il tuo business corri subito al riparo. I tempi stringono e l’utente digitale non ti aspetta.

5° Smart working, una variabile costante

Molti lo hanno praticato con successo per anni, altri l’hanno evitato con forza e a lungo - ora non c’é più scampo. Smart working, il lavorare in home office: ora esistono una moltitudine di strumenti che consentono a tutti di lavorare online e organizzare le proprie video-conferenze da casa; l’infrastruttura tecnica è sempre più potente e all’avanguardia. Ma una delle ragioni più importanti perché questo fenomeno sarà da ora una costante sono le generazioni Y e Z (net generation o Post-Millennial(s)), la generazione che è entrata ora nel mercato del lavoro e per la quale il lavoro digitale online è pane quotidiano.